Lavori in stazione

Continuano i lavori in stazione.

Finalmente posso iniziare i cosiddetti lavori “estetici” e non solo strutturali: ho creato i primi portali, costruito le prime collinette e iniziato a posare la massicciata in stazione.  Ancora piccole cose ma qualcosa si sta iniziando a vedere.

Di seguito alcune foto che riassumono i lavori ad oggi.

Posa massicciata in stazione

Posa massicciata in stazione

Massicciata in stazione

Sto usando vari colori di ballast anche mischiati insieme per rendere meno monotona la massicciata, come avviene anche al vero. La massicciata è incollata con miscela di colla vinilica diluita con il 50% di acqua e aggiunta di detersivo per piatti che funge da tensioattivo, applicata con siringa ed ago (e tanta pazienza).

Di seguito il mio primo portale e muri di contenimento creati su misura con il Depron, stesso materiale che ho usato per le banchine ferroviarie.

Portale Buzzaceto Ovest

Nella foto sotto un particolare dell’entrata del tunnel “Buzzaceto ovest” con alcuni particolari aggiunti come la targhetta, il marciapiede, un tombino, un tubo passacavi e alcuni cavi nudi che entrano in galleria (creati spellando un cavo elettrico e poi verniciati).

Portale Buzzaceto Ovest

Nella foto sotto la zona merci in costruzione con sottopasso. L’edificio merci con banchina l’ho riciclato dal precedente plastico.

Zona scalo merci

In tutti questi lavori sto sperimentando varie tecniche che ho preso spunto da altri plasticisti ed adattati alle mie esigenze, come ad esempio il sottopasso in pietre irregolari che non è stato verniciato ma ho usato una texture che ho elaborato e stampato e poi incollato alla struttura in Depron (come si vede dalle foto sotto). Per dare un po’ di tridimensionalità ho inciso con un piccolo cacciavite le fughe delle pietre.

Texture per sottopasso

Sottopasso

Sottopasso

I muri in cemento, anch’essi creati in Depron, sono stati verniciati e invecchiati con vernice acrilica.

Al prossimo aggiornamento!

Saluti a tutti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *